Vision e Mission

Vision

L’Unità Operativa Complessa (U.O.C.) di Oncologia Medica di Cosenza, utilizza le risorse assegnate per assicurare l’attività di prevenzione, cura e riabilitazione delle malattie oncologiche. Al fine di rispettare l’ unità fisica, psichica e spirituale della persona affetta da patologia tumorale, l’ Unità Operativa Complessa (U.O.C.) di Oncologia Medica di Cosenza impiega un approccio assistenziale globale, assicura la continuità di cura, anche attraverso il coordinamento e l’integrazione con le altre Strutture sanitarie Aziendali e Regionali, e adotta un modello di “simultaneous care” nel quale le terapie specifiche risultano fin dall’ inizio integrate dalla gestione dei sintomi fisici, psichici e delle necessità sociali.Essa garantisce che le valutazioni clinico-terapeutiche vengano operate collegialmente dalla Comunità di Pratica oncologica cosentina, composta dai medici, infermieri, psicologi, farmacisti, assistenti sociali dell’U.O.C. e dagli altri specialisti del settore (radioterapisti, chirurghi generali e d’organo, ginecologi, etc.) nell’ambito di riunioni dedicate ai casi clinici, sulla base di linee guida note, derivandone scelte clinico-manageriali caratterizzate da eticità e da responsabilità verso la società attuale e quella futura, tramite l’incorporazione, accanto ai criteri di qualità tradizionali (sicurezza, efficacia, efficienza, effectiveness, centratura sul paziente, puntualità, equità), anche di quelli della sostenibilità economica, culturale, e ambientale; della sobrietà; della realizzabilità e della vivibilità. Tali decisioni vengono proposte e discusse con il paziente e con i suoi familiari per una loro attuazione condivisa.

Mission

L’Unità Operativa Complessa (U.O.C.) di Oncologia Medica di Cosenza opera nella consapevolezza che la necessaria continuità di cura, l’appropriatezza d’uso delle risorse umane e tecnologiche ed il raggiungimento e il consolidamento dei risultati in termini di outcome del paziente in ospedale dipendano dall’efficacia delle relazioni, che si riesce a realizzare con i “soggetti” istituzionali, cui è affidata la fase che precede o che succede al ricovero, nonché con le varie consulenze specialistiche. Diventa imprescindibile allora un’azione di coordinamento con i vari reparti ospedalieri, con la medicina di base e con le reti di assistenza post-ospedaliera (Rete Cure Palliative, Terapia del Dolore, R.S.A. , Riabilitazione, etc.), tramite la costituzione di specifici Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali da esplicitare nell’ ambito del Dipartimento OncoEmatologico e degli altri Dipartimenti Aziendali.L’ Unità Operativa Complessa (U.O.C.) di Oncologia Medica di Cosenza regola le proprie attività secondo procedure operative periodicamente sottoposte a verifica e revisione di qualità da parte del Gruppo di Miglioramento Continuo di Qualità, che coinvolge e responsabilizza tutti gli operatori e partecipa al Programma Nazionale Qualità in Oncologia del Collegio Italiano dei Primari di Oncologia Medica Ospedalieri, omologando le proprie modalità di lavoro alla definizione di qualità esplicitata dalla norma ISO (“la qualità è il grado in cui un insieme di caratteristiche intrinseche soddisfano i requisiti dichiarati”). La ricerca clinica è uno degli obiettivi principali dell’ Unità Operativa Complessa (U.O.C.) di Oncologia Medica di Cosenza: tutti i pazienti, che si rivolgono all’U.O.C. sono innanzitutto oggetto di cura, ma anche di osservazione e di studio clinico per nuove terapie o procedure diagnostiche, che avviene sempre nell’ambito di protocolli nazionali e internazionali di ricerca, rigidamente verificati dal Comitato Etico dell’Azienda Ospedaliera e sempre con il consenso informato del paziente.